La forza degli invisibili: un omaggio a Christine Mathon.

Christine Mathon vy Ivano Bolond

04 luglio 2016

E' entrata nella luce totale e definitiva, mancando a tutti noi, Christine Mathon che nel 2014 fu nostra gradita ospite alla prima edizione di S&AIP. Direttrice del Festival AV di EPINAL, qui ritratta da Ivano Bolondi, proponiamo un ricordo del suo amico Lorenzo De Francesco, direttore AV FIAP e di S&AIP 2016, unendoci al suo dolore.

 

La forza degli invisibili: Christine Mathon.

Parliamo di Europa e pensiamo alle grandi istituzioni, commissioni, banche, trattati, commercio, turismo.

Ho visto invece un fare Europa semplice, dal basso, creare un humus culturale grazie a interessi comuni; è l’Europa delle persone che vogliono comunicare e condividere le loro idee,  confrontarsi, che spendono del loro per viaggiare, conoscere e far conoscere quello che li appassiona. E’  il cemento fatto di relazioni personali che crescono nel tempo, che diventano amicizie profonde, che azzerano le diversità culturali e di lingua: fotografia, sport, filatelia, danza, musica, cori, e tantissimo altro.

E’ l’Europa un po’ provinciale ma viva che ho frequentato dal 1992 grazie alla passione per l’audiovisivo fotografico contagiato da  Boris Gradnik. In tante cittadine sparse nel continente si è venuta a creare una rete di eventi e di amicizie sorprendente che dura nel tempo:  Epinal , Legnano, Schwabish Hall, Hayange, Meyrin, Stettino, Capel Curig, Cirencester, St.Chamond, Cluj-Napoca e altri, molti dei quali hanno cessato di esistere.

Oggi lo guardo è su Epinal, culla dell’imagerie francese, dei colporteur cantastorie, primi audiovisivi viventi. Ai piedi dei Vosgi, uno dei luoghi più antichi di ritrovo per gli appassionati di audiovisivi fotografici, allora detti diaporama, festival  fondato nel 1961. Là, nel  1995, l’organizzazione del Festival internazionale di Audiovisivi in sofferenza  è stata presa in mano da una donna semplice ma determinata, Christine Mathon, che ha presieduto l’organizzazione per 20 anni mantenendone alta la tradizione, tessendo una rete di relazioni nazionali e internazionali per garantire al Festival continuità e visibilità, in uno spirito di dedizione e servizio che vedeva sempre l’interesse dell’istituzione sopra gli interessi personali di visibilità: merce rara allora come oggi.

  L’apoteosi di questa organizzazione si è avuta con l’edizione del 50°, nel 2011, con una sontuosa cerimonia di Gala in un centro storico della Francia, Vittel . Da allora Christine ha collaborato in modo particolare con il Servizio Audiovisivi FIAP, come osservatore audiovisivi per la Francia, per la redazione dell’Avpedia, collaborando alle traduzioni ed portando la sua esperienza pluriennale in numerose manifestazioni italiane, il Seminario DIAF di Garda, Albenga International Photography, I concorsi Internazionali AV Città di Garda come membro della giuria, a Diasottolestelle.

Mi piace ricordare Christine, questa persona vera, semplice ma intensa, con un portfolio di immagini felici; ora il suo corpo non è più con noi,  ma la luce della sua persona ci accompagnerà sempre in questa passione comune, come mirabilmente ha saputo coglierla l’immenso Ivano Bolondi nell’immagine di copertina, presa ad un Seminario a Garda.


Lorenzo De Francesco

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. Vi preghiamo di leggere la ns. documentazione * Cookies *.

Accetto i cookies da questo sito / I accept cookies from this site